Allontanarsi dalla scrivania migliora la scrittura

Quante volte abbiamo sottovalutato l’importanza del fare esperienza, esperienza fisica intendo, con i prodotti, gli oggetti e i software che descriviamo nella manualistica e nella documentazione tecnica?
Quante volte per mesi siamo rimasti alla scrivania a scrivere?
Non dovremmo mai dimenticare quanto sia importante abbandonare la scrivania e prendere contatto non solo con gli oggetti del nostro lavoro, ma anche con i loro destinatari e con l’ambiente in cui lavorano.
Non è immediato, infatti, riuscire a immedesimarsi in modo assolutamente astratto nell’ambiente reale di lavoro degli utenti.
Così come non è detto che – anche quando riusciamo a farcene un’idea attraverso interviste e questionari – la nostra idea sia propriamente corretta e realistica.
Perché un conto è parlare e un altro conto è agire, sul campo.

technical writer che fanno esperienza sul campo

Irene Mazzi, technical writer WRITEC, fa esperienza su un trattore

Continua a leggere

Annunci

La mutazione professionale: tecnico/traduttore > redattore tecnico

Writec cerca giovani donne o uomini che vogliono cimentarsi in questa professione: comunicatore tecnico, redattore tecnico o technical writer che dir si voglia. Ma da quale bacino attingere visto che in Italia non abbiamo percorsi di formazione specifici? Continua a leggere

Quanto studia un comunicatore tecnico?

Abbiamo visto che negli Stati Uniti un redattore tecnico può guadagnare cifre di un certo interesse (sei cifre!), ma chi è questa figura poliedrica e così compentente? Quanto ha studiato per poter raggiungere quelle cifre?

Continua a leggere